RAI 1 | “Sono veramente deluso”: scoppia il caso Mina Settembre, polemica feroce

La fortunatissima serie di Rai1 con Serena Rossi è sotto la lente d’ingrandimento. L’accusa è pesantissima: ecco cosa sta succedendo

Rai1: Mina Settembre
Rai1: Mina Settembre (Youtube)

Serena Rossi è un’attrice e una conduttrice amatissima, nonché doppiatrice e cantante. Le sue mille qualità la rendono un volto molto richiesto e molto apprezzato dal pubblico, che riesce a godere della sua simpatia tutta napoletana e dei suoi talenti. Nata come attrice in “Un Posto al Sole”, recentemente ha dato il volto all’assistente sociale Mina Settembre su Rai1, serie di enorme successo.

Nelle ultime ore, però, la serie tv è finita al centro di un’aspra critica a causa di una decisione imposta da Rai1. Le parole sono pesanti ma c’è uno spiraglio di luce: ecco cosa sta succedendo.

Rai1, la decisione su Mina Settembre fa infuriare i fan

Giuseppe Zeno e Serena Rossi sul set di Mina Settembre (screenshot Twitter)

In Mina Settembre, Serena Rossi interpreta un’assistente sociale che lavora sul territorio di Napoli, città dalle mille facce e, soprattutto, dalle mille esigenze. Lei stessa, però, sta vivendo un periodo che di facile non ha proprio nulla: fresca di separazione dal marito, Mina Settembre è stata costretta a tornare a vivere con la madre, una dispotica e severa signora che di materno ha poco o niente.

La provenienza di Serena Rossi e la sua reale conoscenza del tessuto sociale di Napoli, sua città natale, le ha permesso di vestire perfettamente i panni dell’assistente sociale. La serie di Rai1, quindi, ha raggiunto un enorme successo nella sua prima stagione, risultando estremamente empatica e realistica. Nelle ultime ore, però, una scelta di Rai1 ha rimesso in discussione questo prodotto. Un lettore di Oggi, infatti, ha scritto un’accesa lettera al direttore della rivista lamentandosi delle repliche messe in onda dalla rete.

Sono deluso dalla messa in onda delle repliche“, ha scritto. “Sono in arrivo le nuove puntate o si tratta di un tappabuchi della Rai?“. È sempre questa la polemica che d’estate travolge gli ambienti Rai, soprattutto con serie tv come Don Matteo o Il Commissario Montalbano. Secondo molti, infatti, il fatto di rivedere per l’ennesima volta repliche di prodotti visti e rivisti è noioso e profondamente ingiusto, dato anche il pagamento del canone.

Come spiegato dal direttore di Oggi, però, per Mina Settembre la situazione è diversa. Innanzitutto, si tratta di una prima replica di un prodotto visto una volta sola. Secondariamente, ma non per importanza, in autunno arriverà su Rai1 la seconda stagione dell’amatissima serie tv con Serena Rossi: non ci resta che aspettare e vedere che succederà all’incasinata e affascinante assistente sociale di Napoli.

Impostazioni privacy