Myrta Merlino, che seccatura: “Mi avete invitato, pagato e ora parlo!” [VIDEO]

Un’intervista pungente ma interessante si è trasformata in una seccatura. Myrta Merlino non si è fatta mettere i piedi in testa.

Myrta Merlino
Myrta Merlino (La7 screenshot)

Myrta Merlino si immaginava probabilmente un’intervista molto diversa. Vediamo insieme che cosa è successo nell’ultima diretta de L’aria che tira su La7.

Myrta Merlino è la conduttrice del talk show politico che ha sta affrontando, come gli altri, gli approfondimenti del conflitto tra Russia e Ucraina. Il tema delicatissimo stavolta viene affidato all’opinione di Amedeo Avondet, attivista ventunenne italiano intervistato dalla TV russa, che collabora con Russia Unita il partito della maggioranza di governo che sostiene Putin.

Avondet era ospite in collegamento, ma secondo il parere di parte del pubblico, avrebbe fatto passare un brutto quarto d’ora a Myrta, tanto che la conduttrice sembrava quasi spazientirsi, davanti ad alcune dichiarazioni. Non si è trattato di un vero e proprio scontro, ma di un botta e risposta molto più sofisticato, soprattutto da parte della Merlino, che proprio non si è lasciata mettere i piedi in testa. Avondet è stato intervistato proprio per raccontare della sua esperienza politica in Russia unita e ha specificato che quello non fosse il partito di Putin, facendo fare una figuraccia a Myrta Merlino.

Myrta Merlino: “Mi tocca difendere Putin?”

Amedeo Avondet
Amedeo Avondet, ospite a L’Aria che tira (La7 screenshot)

Ecco le parole di Avondet:

Non è il partito di Putin è il partito di maggioranza di governo che sostiene Putin. Putin a non è iscritto a Russia unita, bisogna essere chiari sui termini.

Il giovane attivista quindi ha puntualizzato e corretto la conduttrice che doveva essere più chiara nei termini e la Merlino dal canto suo ha replicato che essendo che sono 20 anni che Putin si trova al governo con Russia unita, aveva semplicemente semplificato per i suoi telespettatori. Il botta e risposta si è scaldato, quando la Merlino, ormai seccata di essere corretta, ha dichiarato:

 

Allora devo fare la difesa di Putin insomma! Putin è stato eletto con una grande maggioranza, addirittura un po’ sospetta la definirei, invece Draghi è un premier tecnico,
quindi non sono proprio simili.

Avondet era a sua volta forse un po’ a disagio per essersi soffermati a scandagliare la questione, poi ha tentato di intervenire nuovamente, ma ha fatto un po’ fatica ed è esploso dicendo: “Mi avete invitato, pagato vorrei dire la mia visto che ho solo 5 minuti”. Myrta gli ha poi lasciato il tempo per la sua replica e poi ha interrotto l’intervista per andare in pubblicità. Il pubblico da casa ha sostenuto il garbo e il controllo mantenuto dalla conduttrice, mentre ha criticato un po’ Amedeo Avondet per i continui riferimenti al premier Draghi.

 

Impostazioni privacy