“È ridicolo”: tradimento Del Debbio, la frase in diretta scatena la protesta feroce

Paolo Del Debbio, ospite del programma “Controcorrente”, porge il suo punto di vista su sanzioni e obbligo vaccinale: le reazioni sono incontrollabili.

Paolo Del Debbio
Paolo Del Debbio (fonte twitter)

Il conduttore di “Dritto e Rovescio” Paolo Del Debbio, ospite alla trasmissione di Rete 4 “Controcorrente“, ha rilasciato alcune pesantissime dichiarazioni in diretta. Comprensibilmente, l’argomento scottante era l’introduzione delle nuove misure restrittive, inclusa la famigerata sanzione di 100 € imputabile a chiunque, over 50, rifiuti la pratica vaccinale.

LEGGI ANCHE>> Paolo Del Debbio non riesce a sedare la rissa, è baraonda su Rete4: “Ha dei morti sulla coscienza!”

Interrogato in merito dalla conduttrice Veronica Gentili, Del Debbio ha esposto il suo punto di vista, chiarendo ogni dubbio sulle proprie posizioni. Da anni punto di riferimento per minoranze e oppressi, il conduttore è ora nel mirino dell’opinione pubblica, che si dichiara delusa e amareggiata. Ecco quanto dichiarato.

Paolo Del Debbio, parole lapidarie negli studi di “Controcorrente”: “Irragionevole, non ha senso!”

Controcorrente
Controcorrente (fonte twitter)

La conduttrice Veronica Gentili lo interpella: “Tu ti aspetti che con questa sanzione i cinquantenni no-vax corrano a vaccinarsi?“. Del Debbio replica perentoriamente: “La legge, quando funziona, ha una funzione deterrente e pedagogica… Ti pare che uno convinto no-vax rischia… ehm…  si convince a fare il vaccino?“. E poi prosegue: “Le cose non si fanno a metà… Uno può essere d’accordo o no sull’obbligo vaccinale, io ho la mia opinione…“.

LEGGI ANCHE>> “Informazioni false”: Francesco Borgonovo è una furia, lo ha sbugiardato completamente

Incalzato dalla Gentili, il conduttore ha ammesso: “Io sono favorevolissimo all’obbligo vaccinale! […] Se tu lo vuoi fare, la sanzione dovrebbe essere congrua, non puoi fare una cosa così importante e poi la sanzione inferiore a un parcheggio in certe zone di Milano, perché non ha senso, è irragionevole!“. Ecco il video del suo intervento:

Telespettatori e utenti web hanno immediatamente denunciato le pesanti affermazioni di Del Debbio, affermando che il suo cambio di rotta nella difesa dei diritti dei cittadini sia inqualificabile. Molti minacciano anche di boicottare “Dritto e Rovescio“, come questo spettatore indignato: “Non mi piace ed è da più di un anno che non guardo la sua ridicola trasmissione serale fatta di urla e di ospiti spocchiosi, inguardabili, tutti politically correct e antidemocratici. Niente contraddittorio e microfoni spenti tra gli insulti. Può iscriversi al Pd non vedo differenza!“.

Sembra proprio che la trasformazione (sia di look, che ideologica) di Paolo Del Debbio sia stata anche l’apripista per il declino della sua trasmissione. Secondo Wikipedia, infatti, il talk-show di Rete 4 è passato dall’ 8,10% di share della stagione 2019/2020, ad un ben più misero 7,4% nella stagione 2020/2021, con una perdita di quasi 240.000 spettatori attivi. Queste ultime dichiarazioni, porteranno “Dritto e Rovescio” al collasso definitivo?