Myrta Merlino | “Non complichiamo la faccenda”: l’errore è micidiale

La conduttrice di La7 ha svelato un retroscena inedito sulla propria vita. Myrta Merlino dice tutto, che sbaglio epocale

Myrta Merlino
Myrta Merlino (Youtube)

Giornalista, autrice televisiva e conduttrice, Myrta Merlino è oggi uno dei volti principali di La7. Conduce quotidianamente “L’Aria che Tira”, un talk show che va in onda ogni mattina, dal lunedì al venerdì, dal 2011. Sono poi sue tante idee di programmi televisivi e radiofonici, come per Rai Radio 2.

 

Nelle ultime ore, nel corso di un’intervista, ha raccontato di un errore che ha segnato per sempre e in modo irrimediabile la sua vita. A commetterlo non è stata lei ma, in qualche modo, ne paga ancora oggi le conseguenze. Ecco cos’è successo.

Myrta Merlino, è tutta colpa di suo padre

Myrta Merlino ride
Myrta Merlino ride in studio (La 7 screenshot)

Oltre al lavoro, Myrta Merlino è anche una mamma. Ha infatti avuti tre figli: due gemelli, Pietro e Giulio, avuti in gioventù. Caterina è invece figlia di Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia. Oggi è fidanzata con Marco Tardelli, ex calcatore della Juventus e della Nazionale. Nella sua vita privata, Myrta Merlino ha dovuto fare i conti anche con diverse situazioni incresciose.

La prima l’ha raccontata lei stessa in un programma TV di Klaus Davi, nel 2013. Qui ha narrato di quando lei fu oggetto di un tentato abuso sessuale da parte di Dominique Strauss-Kahn, ministro delle finanze francese, alla fine degli anni Novanta. La seconda, invece, è il processo per abuso edilizio del 2015 a causa della realizzazione di opere di ristrutturazione nella sua villa, a Cala Grande sull’Argentario. La vicenda si è chiusa due anni dopo con una sentenza di non doversi procedere.

Spesso e volentieri, però, a crearle problemi è anche il suo nome, spesso storpiato o scritto male. Su TV Sorrisi e Canzoni, negli ultimi giorni, ha quindi raccontato come mai ha questo nome così particolare. A volerlo fu sua mamma, da sempre appassionata di mitologia greca. Lei, infatti, voleva chiamarla Myrtha, in onore del mirto: è la pianta prediletta da Afrodite, con cui si cinse il capo dopo il giudizio di Paride. Il mirto, inoltre, è da sempre la pianta preferita dai poeti, dai grandi guerrieri e dagli atleti.

Una volta nata, però, all’anagrafe a registrarla ci andò suo padre. Lui decise quindi di tenere la y, ma di togliere il “th”, dicendo: “Lasci la y ma non complichiamo la faccenda con la th“. Insomma, una decisione presa sul momento che, però, non solo ha cambiato il nome desiderato dalla mamma, ma ha creato anche non pochi imbarazzi alla figlia.

Impostazioni privacy