Myrta Merlino scioccata: “È vomitevole”, l’ha combinata grossa [FOTO]

La conduttrice Myrta Merlino alle prese con una patata bollente nello studio di “L’aria che tira”: il suo ospite snocciola opinioni scomode in diretta.

Myrta Merlino
Myrta Merlino (fonte youtube)

La conduttrice Myrta Merlino ha dovuto affrontare una puntata particolarmente impegnativa del suo format “L’aria che tira“. La conduttrice partenopea ha infatti accolto nel suo talk-show il rinomato e controverso vignettista Vauro. L’illustratore satirico era infatti reduce da una bufera mediatica, dopo aver compilato una vignetta raffigurante la sua visione del conflitto in seno all’Europa. Ha tratteggiato in particolare i leader delle due potenze contrapposte, Putin e Zelensky.

A suscitare le ire degli esponenti religiosi e politici è stata la metodologia di raffigurazione dei due Presidenti: Zelensky sfoggiava infatti un naso di foggia ebraica, e la connotazione razziale non è sfuggita ai più importanti mass-media.

Vauro replica alle dure accuse nello studio di Myrta Merlino

la vignetta di Vauro
la discussa vignetta di Vauro (fonte youtube)

La conduttrice napoletana ha ripreso le dure accuse emanate dalla Comunità ebraica di Roma all’indirizzo del vignettista, concedendogli diritto di replica. Tale Istituzione aveva infatti dichiarato: “Non è una casualità, ma un’abitudine quella di un certo signore, di raffigurare gli ebrei con il naso adunco, con lo stile della Difesa della Razza. Non per questo è meno grave e non per questo ci si può assuefare alla vergogna.“.

L’illustratore ha replicato, chiarendo di non voler giustificare in alcun modo il suo operato, essendo esso indirizzato a scopi satirici e ludici. Ha poi in seguito approfondito la sua posizione: “In questo disegno non c’è alcun riferimento alla ebraicità di Zelensky, cosa per me del tutto priva di rilevanza. Se disegno una caricatura è ovvio che, perché il soggetto risulti somigliante, ne carico i tratti: Zelensky ha un naso importante non perché è ebreo, ma perché è il suo naso “.

Nonostante l’esaustiva spiegazione di Vauro, che in ogni caso nella vignetta specificava di aborrire la guerra, non sono mancate le polemiche inferocite. Prima su tutte, quella del capogruppo del PD Andrea Marcucci, che ha commentato lapidario su Twitter: “Riproporre la propaganda nazista sugli ebrei per disegnare il Presidente Zelensky è letteralmente una operazione vomitevole.”

Tale tweet è stato ripreso anche durante la puntata di “L’aria che tira“, ma il vignettista satirico non arretra di un centimetro. La satira, in quanto tale, secondo Vauro non dev’essere strumentalizzata per alcuna ragione politica.