“Non me ne fo**e niente!”: Paolo Del Debbio stoppa la diretta ed esplode, rabbia incontrollabile [VIDEO]

Durante la puntata di Dritto e Rovescio, Paolo del Debbio ha perso le staffe e si è lasciato andare a uno sfogo senza precedenti. È successo tutto in pochi secondi

Paolo del Debbio
Paolo del Debbio (Screen da Twitter)

Anche Dritto e Rovescio si sta dedicando, ormai da due settimane, al tema della guerra russo-ucraina. I fatti che stanno accadendo nell’Est Europa stanno sconvolgendo non solo il nostro continente ma anche il mondo intero. Diventa quindi necessaria una riflessione non solo sui fatti, ma anche sulle cause e le possibili conseguenze, affinché ciò non si ripeta più. Paolo Del Debbio sta quindi analizzando ciò che sta succedendo in Ucraina e, anche grazie a esperti e giornalisti, cerca di darne un senso e un’interpretazione.

Durante la puntata di giovedì 10 marzo, però, ciò che è successo non se lo sarebbe mai aspettato nessuno. Del Debbio si è sfogato davanti a tutti, le sue parole sono frecce avvelenatissime.

Paolo del Debbio non si trattiene: “Collegate la bocca col cervello”

Paolo del Debbio
Paolo del Debbio (Screen da Twitter)

La puntata di giovedì 10 marzo di Dritto e Rovescio si è concentrata principalmente sugli ultimi fatti legati al conflitto. Uno dei più duri da accettare, da guardare e da comprendere è quello successo nella città di Mariupol. Pochi giorni fa, infatti, l’esercito russo si è scagliato contro un ospedale pediatrico, in cui erano ricoverati bambini e donne in dolce attesa. Il bilancio non è ancora definitivo, ma in una situazione come questa ciò che si conta non sono solo i decessi, ma anche i disagi profondi causati in soggetti già fragili.

Le immagini sono davvero sconcertanti e ritraggono donne al nono mese in fuga, tra le macerie e i soldati. Si intravedono anche gestanti senza sensi sulle barelle, con questi pancioni pieni di vita stridenti rispetto alla morte che le circonda. Paolo del Debbio ha voluto mostrare in puntata queste immagini, per riflettere con i suoi ospiti riguardo alla gravità della cosa e a ciò che, invece, ne racconta l’esercito russo. Secondo loro, infatti, l’ospedale era da anni abbandonato e oggi era il covo del battaglione Azov, motivo per cui è stato bombardato.

A un certo punto, durante la diretta, Paolo del Debbio ha stoppato gli ospiti e si è preso tutto lo studio per sé. Il conduttore ha quindi raccontato che gli autori gli hanno rivelato, dal dietro le quinte, che sui social c’erano alcune persone che lo accusavano di divulgare fake news in merito all’attacco all’ospedale di Mariupol. Del Debbio è esploso in un moto di rabbia:

Abbiate il buongusto di parlare con chi sa le cose! Non aprite la bocca e, se la aprite, prima vedete di collegarla col cervello” ha detto, in uno sfogo senza precedenti. “A noi paura non ce la fate (…); a me non me ne fotte niente di ciò che pensate!