“Ma cosa ride?”: scandalo Giovanna Botteri, polverone pazzesco dopo il tutorial in diretta [VIDEO]

Ciò che è successo durante il TG3 ha scatenato durissime reazioni. Al centro della bufera Giovanna Botteri, ciò che ha fatto è incredibile

Giovanna Botteri
Giovanna Botteri (Screen da Twitter)

La guerra russo-ucraina ha sconvolto tutti i cittadini europei. Ciò che sta accadendo in territorio Ucraino ha dell’incredibile e nessuno, nell’Europa del 2022, si sarebbe mai aspettato di vedere una guerra del genere. Per questo motivo, molti cittadini stanno cercando di tenersi informati il più possibile, al fine di comprendere al meglio ciò che accade. Anche il TG3, con Giovanna Botteri da Parigi, ha cercato di dare il suo contributo alle informazioni a riguardo.

Proprio la inviata che durante i primi mesi di pandemia si è distinta per lucidità e capacità giornalistica, però, ha commesso uno scivolone pazzesco. Accuse pesanti per lei e per la rete, non doveva succedere.

Giovanna Botteri e la risatina inadeguata

TG3
TG3 (Screen da Twitter)

Anche il TG3, come tutti gli altri telegiornali e notiziari, sta seguendo in modo preciso e costante ciò che sta accadendo in Ucraina. I fatti necessitano di essere raccontati, al fine di informare tutti i cittadini di ciò che sta succedendo. Molti telegiornali, inoltre, lo fanno grazie ad inviati speciali di guerra, giornalisti che da quindici giorni sono in Ucraina o in territori vicini. Questi cercano quotidianamente di girare servizi proprio nelle zone più pericolose e, quando riescono, si collegano in diretta dai buker e dai luoghi di protezione durante il telegiornale.

Non solo i giornalisti inviati in Ucraina, però, son coinvolti in questo preciso lavoro di racconto del conflitto russo-ucraino. Durante i TG, infatti, vengono spesso chiamati in causa anche gli inviati in altre città europee. L’obiettivo è quello di capire come i vari stati ed esponenti politici si schierano nei confronti della guerra, al fine di informare i cittadini sul modo in cui il conflitto è percepito e gestito a livello globale. Il TG3, ieri sera, si è collegato con Giovanna Botteri, che in questo momento è a Parigi. La giornalista è diventata nota al grande pubblico poiché è stata la prescelta per raccontare, direttamente dalla Cina, i primi mesi di dura pandemia.

Durante il collegamento di ieri, però, Giovanna Botteri ha commesso uno scivolone che nessuno si sarebbe aspettato da lei. Parlando degli attacchi che l’Ucraina sta subendo dalla Russia, l’inviata ha parlato anche delle bombe molotov. In particolare, si è concentrata proprio su alcuni dettagli tecnici degli artefatti: “Il polistirolo nella molotov serve per rendere più forte l’effetto (…). Diventa una specie di Napalm!“:

Ciò che ai telespettatori non è piaciuto per niente è la risatina finale, condivisa sia dalla Botteri che dalla giornalista conduttrice del TG3. Sia che fosse una risata di nervosismo che di cortesia, è stata sicuramente inadeguata per l’argomento che stavano trattando. Brutto scivolone per le due giornaliste, che potrebbero subire conseguenze per la leggerezza commessa.