“Falsi, paracu*i e bulli”: Sophie Codegoni fuori di sé, sfogata clamorosa

La gieffina Sophie Codegoni sbotta una volta per tutte, volano insulti ai coinquilini: ecco tutti i dettagli della vicenda.

Sophie Codegoni
Sophie Codegoni al Gf Vip (screenshot YouTube)

Nelle ultime settimane la situazione nella casa del Grande Fratello Vip è molto tesa: litigi e discussioni vari, infatti, sembrano ormai essere all’ordine del giorno.
Ieri è stata la volta di Sophie Codegoni che, dopo che qualcuno ha buttato i suoi vestiti a terra, non ci ha visto più dalla rabbia, sbottando in un sfogo furioso.

“Come se fossero immondizia!”: Sophie infuriata, non risparmia nessuno

Sophie
Sophie si sfoga con Jessica (screenshot Twitter)

La vippona Sophie sta vivendo giorni molto movimentati all’interno della casa: dopo la discussione con Jessica e le continue incomprensioni con il suo ragazzo Alessandro, sembrerebbe che non ci sia pace per la gieffina.
Nelle ultime ore, la 19enne si è trovata ad affrontare un’altra fastidiosa vicenda.
Sembrerebbe, infatti, che avesse lasciato alcuni vestiti da lavare sopra l’asciugatrice e che qualcuno li abbia successivamente buttati a terra.

Sophie, dunque, ha chiesto chi fosse stato a farlo, non ricevendo, però, alcuna risposta.
La gieffina si è quindi infuriata, sostenendo che i suoi compagni siano irrispettosi e molto maleducati: “Adesso inizio a fare anche io così, che butto le cose per terra come se fossero immondizia. Nessuno è stato in questa casa?! Tutti falsi, paracu*i, nessuno è stato mai a fare niente…”, ha affermato indignata la Codegoni.
Un confronto con Jessica avrebbe poi rivelato che la colpevole sia stata Manila che avrebbe però negato l’accaduto.

Il popolo del web si è dunque scagliato contro Manila, sospettando che l’ex Miss Italia li avesse spostati per fare un dispetto a Soleil, pensando che fossero i suoi: “Penso sia stata Manila, l’hanno inquadrata proprio davanti la lavatrice. Sta facendo i dispetti come i bimbi ora…”, ha scritto un utente su Twitter.
La questione è tuttora irrisolta poiché nessuno ha deciso di “confessare il suo peccato”.